LA MENTE CALMA

alt

 

La gru "... batte tre volte le ali":

sto eseguendo la forma del Qi Gong della gru su un
esiguo terrazzino di arenaria sospeso su una selvaggia parete, sopra di me un
falco sta volteggiando in quello che è il suo ambiente ... ma anche il mio. Sono
salito quassù superando il bosco per tracce ripide e scoscese e arrampicando
senza corda su passaggi un po' pericolosi esposti e friabili, ma che conosco
bene da tempo e che so di poter padroneggiare. Il sole filtra fra i rami di un
leccio abbarbicato alla parete, non vi sono altri rumori se non quelli della
natura: è un contesto ideale per la pratica del Qi Gong; solitudine, silenzio e
un bel ambiente naturale non sono indispensabili, né muovono automaticamente le
nostre migliori risorse ma rimangono un buon aiuto, che sta a noi saper
"attivare".

Claudio, secondo la tradizione cinese, ci ha
insegnato a coltivare "pensieri positivi" per una corretta pratica del Qi Gong
o degli stili interni del Wushu (a partire da quello più noto e diffuso, il
Taiji).

Leggi tutto...

"IL FORTE E' FLESSIBILE" I-Ching, 57

alt

http://www.facebook.com/spartacus.bologna

"Quando nasce, l'uomo è tenero e debole; quando muore, è duro e rigido (rigido = forte).

I diecimila esseri, piante e alberi, durante
la vita sono teneri e fragili; quando muoiono, sono secchi e appassiti. Perché
ciò che è duro e rigido è servo della morte; ciò che è tenero e debole servo
della vita. Dunque: se un'arma è troppo rigida viene distrutta; se un albero è
troppo rigido si spezza ..."

Tao Tê Ching, 76 (dalla
traduzione a cura di J.J.L. Duyvendak)

Leggi tutto...

L'ARTE DELLA SPADA

alt

http://www.facebook.com/spartacus.bologna

Dapprima sei tu che la conduci, poi è lei che ti conduce ...
fino a diventare come un tutt'uno, con naturalezza, senza sforzo; il tutto ... dopo
molti anni di assidua pratica. L'imitazione costante, umile e paziente di un
maestro e l'assiduo esercizio personale non permettono solo di acquisire
competenze tecniche (il maneggio della spada) ma di entrare in un vero e
proprio mondo o perlomeno di affacciarvisi.

Leggi tutto...

RESPONSABILITA' E DEONTOLOGIA DEGLI UDG

PERCHE' UNA CLASSIFICA NON DEVE ESSERE ALTERATA

                            alt 

Come in tutte le attività

nelle quali si deve rendere conto a qualcuno in merito a competenze acquisite,
il momento della verifica finale, della valutazione, è un momento delicato e
importante anche nella pratica del Wushu: questo momento si presenta in
occasione degli esami, interni alla propria scuola o federali (per accedere ai
gradi di maestro), oppure nel corso delle competizioni. In questa sede ci
limitiamo ad alcune considerazioni relative all'ambito delle competizioni; si
tratta sicuramente di un importante momento di verifica delle competenze degli
allievi ma inevitabilmente anche dei relativi maestri e certamente pure degli arbitri.

E' soprattutto il ruolo di  questa ultima categoria che
evidentemente va considerato con particolare attenzione. La valutazione è
notoriamente un processo particolarmente complesso, che presenta
inevitabilmente margini, anche rilevanti, di soggettività e quindi pure di
errore, e che influisce fortemente (in positivo o in negativo) sulle persone
che vengono valutate.

Leggi tutto...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su "Cookies Policy"